promozioni edilizia materiali
Ligurnolo



Prodotti e servizi per un'edilizia
nel rispetto dell'ambiente e del benessere

tel. 010 6123071

detrazioni fiscali

Ligurnolo cura la gestione delle pratiche di agevolazione fiscale. Gli incentivi statali sono:

  1. Detrazione del 50% (36%) per le ristrutturazioni (+ bonus del 50% per i mobili + interventi per sismica e staticità)
  2. Detrazione del 65% (55%) per l'efficienza energetica
  3. Titoli di Efficienza Energetica
  4. Conto Termico

1. La detrazione fiscale del 50%

Riguarda prevalentemente gli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singole unità immobiliari ma vale anche per la manutenzione ordinaria delle parti comuni degli edifici residenziali.

La detrazione Irpef del 50% viene calcolata su un limite massimo di spesa per unità immobiliare.

 

Attenzione: con il decreto legge 63 del 4 giugno 2013 (entrato in vigore il 6 giugno 2013 e la cui legge di conversione è stata pubblicata sulla GU del 3 agosto 2013) la stessa detrazione del 50% è stata estesa anche sulle ulteriori spese sostenute per l'acquisto di mobili, grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ ( A per i forni), e per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione viene suddivisa in 10 quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.

Scopri di più..

2. Agevolazione per l'efficientamento energetico del 65%

pannelli radianti


Si tratta di riduzioni di Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) e Ires (Imposta sul reddito delle società) riservate a chi realizza interventi per aumentare il livello di efficienza energetica di edifici esistenti. I lavori per cui sono previste queste riduzioni riguardano:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  • il miglioramento termico dell’edificio (sostituzione finestre e infissi, coibentazioni e rifacimento pavimenti)
  • l’installazione di pannelli solari
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale

Dal 1 luglio 2013, sono escluse le spese per la sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza ed impianti geotermici a bassa entalpia e le spese per la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.

Scopri di più

Sono ammessi all'agevolazione:

  • le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni
  • i contribuenti con reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali)
  • le associazioni di professionisti
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale
detrazioni
agevolazioni fiscali

Possono usufruire dell’agevolazione anche:

  • i titolari di un diritto reale sull’immobile
  • i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali
  • gli inquilini
  • chi detiene l’immobile in comodato

3. I Titoli di Efficienza Energetica

Chiamati anche Certificati Bianchi, sono gli incentivi erogati dalla GME alle Società di Servizi Energetici, come la Ligurnolo.
L'attività di certificazione è regolata dal decreto del 28 Dicembre 2012, emesso dal Ministro dello sviluppo economico di concerto col Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare: " Determinazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio energetico che devono essere perseguiti dalle imprese di distribuzione dell'energia elettrica e il gas per gli anni dal 2013 al 2016 e per il potenziamento del meccanismo dei certificati bianchi".
La gestione del meccanismo di certificazione è affidata al GSE (Gestore dei Servizi Energetici), con il supporto dell'ENEA e mira ad incentivare gli interventi per il miglioramento dell’efficienza energetica, quali:

  • il miglioramento dell’efficienza energetica negli usi finali: certificato con l'emanazione dei certificati bianchi (T.E.E.) da parte del Gestore dei Mercati Energetici.
  • il contenimento delle dispersioni di energia: espresso in "tep", quantiifca il risparmio energetico ottenuto con l'intervento
  • l’adozione di fonti rinnovabili.

L'attività di certificazione vede coinvolti diversi soggetti, alcuni obbligati, altri volontari. Ligurnolo è un soggetto volontario, una Società di Servizi Energetici accreditata presso l'Autorità per l'Energia Elettrica e il gas.
Per avviare la procedura di certificazione è necessario raggiungere una determinata soglia di risparmio energetico. La SSE accorpa più interventi all’interno di uno stesso progetto e utilizza i dati forniti dalle imprese che realizzano gli interventi per espletare le istruttorie di certificazione.
Se gli interventi di riqualificazione energetica eseguiti hanno consentito il raggiungimento della soglia di risparmio prevista, la SSE
presenta il progetto. In caso di ottenimento del certificato bianco la SSE potrà riscuotere il valore economico corrispondente al quantitativo del progetto e verserà successivamente all'impresa il relativo compenso.
Il corrispettivo economico, definito da normativa, varia in base alla tipologia di intervento (finestre, isolamento pareti/tetti, caldaie 4 stelle, scaldaacqua, pompe di calore, solare termico, ecc....) e di altri parametri (zona climatica, efficienza macchinari, trasmittanza termica, ecc...).

I certificati bianchi emessi per i progetti presentati dopo l'entrata in vigore del presente decreto non sono cumulabili con altri incentivi, fatto salvo, nel rispetto delle rispettive norme operative, l'accesso a:

  • fondi di garanzia e fondi di rotazione;
  • contributi in conto interesse;
  • detassazione del reddito d'impresa riguardante l'acquisto di macchinari e attrezzature.

L'impresa (o il privato) non ha alcun onere, se non quello di fornire, per ogni tipologia di impianto o installazione, i dati tecnici richiesti (data di installazione, Comune, numero apparecchi, COP per le pompe di calore, trasmittanza pareti).

4. Conto Termico

Con il c.d. decreto “Conto Termico” pubblicato nel DM 28/12/12 , vengono incentivati gli interventi di piccole dimensioni per l’ incremento dell’efficienza energetica  e per la produzione di energia termica  da fonti rinnovabili.
L’incentivo consiste in un contributo alle spese sostenute e viene erogato in rate annuali per una durata variabile da 2 e 5 anni in base agli interventi realizzati.
Possono usufruire di questi incentivi:
le Amministrazioni pubbliche;
i privati, intesi come persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario.
Queste le categorie di interventi previste dal DM 28/12/12:
A) interventi di incremento dell’efficienza energetica
B) interventi di piccole dimensioni relativi a impianti per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza

Le Amministrazioni pubbliche possono richiedere l’incentivo per entrambe le categorie di interventi (A e B), i privati solo per i lavori di categoria B.

Per gli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili privati ad uso abitativo, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10%.

Share by: